ANTEAS | Associazione Nazionale Terza Età  Attiva per la solidarietà

A+ A A-
14-03-2013

Assemblea delle Anteas della Lombardia.

A Milano, l’11 marzo scorso, alla presenza del presidente Noris e dei responsabili delle varie Anteas lombarde, si è tenuta l’Assemblea delle Anteas della Lombardia.

Il vivace dibattito seguito alle varie relazioni ha registrato anche l’intervento di Angelo Dal Ben, presidente dell’Anteas Brianza che, in sintesi, così si è espresso:

“Il formatore Alessandro Seminati alla fine dei corsi di formazione a Boario il 14 – 15 novembre 2012 ci aveva indicato due piani di lavoro per il futuro di Anteas che sono :

 Piano Tecno e

Piano di Governo

Personalmente ne aggiungerei altri due:

1. I Gruppi territoriali (c'è stato anche il lavoro di gruppo durante il corso);

2. I compiti che spettano concretamente ad ogni livello dell'Organizzazione territoriale, regionale e nazionale. Sia sul piano Tecnico che su quello di Governo.

PIANO TECNICO

1)La Programmazione (ad ogni livello dell'organizzazione va stabilito chi fa cosa);

2)La Contrattualistica (vedi ad esempio Assicurazioni e altro);   

3)La Comunicazione (comunicare, far conoscere quello che facciamo, vedi ad esempio i siti internet e altro).

PIANO DI GOVERNO

1)Identità (cosa siamo e la nostra principale mission);

2)Autonomia (quale autonomia dalla Fnp e dalla Cisl, considerando che i nuovi volontari sono per il 65% di provenienza non Fnp e che il 60% di questi per vari motivi, successivamente, si iscrivono alla Fnp. Queste persone tramite Anteas hanno anche conosciuto il sindacato;

3)Discutere del nostro futuro.                                                                                                                   

GRUPPI TERRITORIALI

I gruppi territoriali sono molto importanti per la mission di Anteas. Sono quindi favorevole alla costituzione dei Gruppi Operativi Territoriali per due motivi:

Il primo perchè danno delle risposte concrete ai bisogni del territorio e credo che questa sia la nostra prima mission. 

Il secondo perchè sono sgravati da tutte le incombenze di legge (vedi bilancio, iscrizione annuale al registro e tanto altro ancora).

Qui credo che serva però una territorialità responsabile e normata a livello regionale con un regolamento che deve indicare in modo chiaro le varie responsabilità.   

Funzioni regionali (vedi contabilità, bandi, acquisto divise, fornitura di gadget e altro che possono servire ai volontari per svolgere meglio i loro servizi).

Funzioni nazionali: Supporti informativi, assicurazione volontari e automezzi, correttezza del 5% del 5 per mille ecc.

Penso che questi tre moduli formativi, organizzati da Anteas regionale siano importanti e le concrete proposte che spetta a noi e a tutti i livelli dell'organizzazione formulare, per essere capaci di dare delle risposte e per far fare ad Anteas quel salto di qualità che dovrebbe servire a migliorare l'organizzazione delle nostre associazioni e rispondere meglio ai bisogni presenti in continuo aumento sul territorio.

Queste brevi considerazione sui moduli del corso sono sorte con la prevedibile prospettiva di una diminuzione di risorse per le associazioni e il peggioramento delle condizione economiche in generale e quindi anche quelle della situazione degli anziani.

Credo che in questo momento storico non sia sufficiente fare solo delle analisi, ma sia adatto a fare delle proposte operative.

Personalmente propongo la costituzione di tre o quattro gruppi di lavoro a livello regionale, formati dalla Presidenza regionale e dai Presidenti territoriali, su tematiche discusse durante i corsi e ritengo inoltre necessari degli approfondimenti prima della loro applicazione.

La mia proposta sulle tematiche da approfondire è la seguente:   

1) I contributi dalla Fnp devono essere dati su voci di costo ben definite. Quindi necessita elaborare un regolamento regionale che valga per tutti i territori: Presidenza, sedi e tutto quello che serve per farle funzionare, oltre a nuovi progetti e altro.

2) Il Regolamento regionale per i Gruppi operativi che operano nei Comuni.

3) La definizione dei compiti che spettano concretamente ad ogni livello dell'Organizzazione territoriale, regionale e nazionale: sia sul piano Tecnico che su quello di Governo e sulle risorse.

Ultima considerazione: facendo parte del Esecutivo e del Direttivo della Fnp Brianza, in questo periodo ho  partecipato alle riunioni per l'accorpamento tra la Brianza e Lecco. Anche nella Fnp è emerso la necessità  di spostare più risorse nei territori per rispondere meglio ai bisogni sempre più in aumento, rispetto agli altri livelli dell'organizzazione.

Sono d'accordo su questa considerazione: se, come è prevedibile, per il futuro ci aspetta una diminuzione delle risorse, anche da parte della Fnp è evidente che ci sia una maggiore attenzione, a tutti i livelli, sull’utilizzo delle stesse." 

Ricerca nel sito di Anteas Brianza



Diventa volontario

Anteas Brianza - Via Dante, 28 - 20090 Monza (MB) - Orari: da lunedì a venerdì 9-13/14-17
Tel. 039.32.54.47 • 800687811 - Fax 039.32.73.92 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Cod. Fisc. 94588400153

Copyright ©2012 Anteas Brianza >> Associazione Nazionale Terza Eta' Attiva per la Solidarieta'. Tutti i diritti riservati. Designed by Vincenzo Mallardo